In cammino con santa gianna

 

Sulla scia del recente Festival della Vita Nascente tenutosi lo scorso 27 marzo che aveva come obiettivo quello di promuovere l’istituzione della Giornata Nazionale della Vita Nascente, il CAV parrocchiale Santa Gianna Beretta Molla di Castiglione del Lago (PG) e l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, si apprestano a festeggiare il prossimo centenario della nascita di Santa Gianna Beretta Molla (1922-2022).
In tale ricorrenza il Centro di Aiuto alla Vita e la Papa Giovanni hanno organizzato per il prossimo 28 aprile, data in cui ricorre l’anniversario della salita al cielo di Santa Gianna, la recita del Santo Rosario della vita nascente con inizio alle ore 17:15 ed a seguire la Santa Messa a lei dedicata, nella parrocchia di Santa Maria Maddalena inCastiglione del Lago. In tale occasione le operatrici del CAV riceveranno la benedizione da parte del parrocco don Marco Merlini. Nella giornata di domenica 9 maggio alle ore 20:45 su piattaforma ZOOM ci sarà un webinar che vedrà la partecipazione di Laura Molla, figlia di Santa Gianna, che insieme alle suore del Verbo Incarnato di Magenta (MI) ci condurranno in un viaggio alla scoperta della figura e della vita di Santa Gianna, attraverso anche l’ausilio di alcuni video che illustreranno i
luoghi in cui Santa Gianna ha vissuto.

 • Per partecipare al webinar è necessario iscriversi mandando una mail a cavcastiglione@gmail.com entro venerdì 7 maggio 2021. Per qualsiasi informazione potete telefonare al n. 3534035493

• È possibile entrare direttamente nella riunione su Zoom collegandosi a questo link domenica 9 maggio alle 20:45: https://us02web.zoom.us/j/3068413720?pwd=WmdmS2wzd1RsY1hSaUhPc3hPRlRLUT09

Infine riteniamo utile fornirvi un breve tratto della vita di Santa Gianna per entrare al meglio nello spirito dell’iniziativa.
Santa Gianna Beretta Molla nacque a Magenta (Milano) il 4 ottobre 1922, decima di tredici figli. Studentessa all’Università di Milano e di Pavia, nel 1949 si laureò in medicina e chirurgia. Specializzatasi in pediatria nel 1952, si donò al servizio dei bambini, a Ponte Nuovo di Magenta e a Mesero. Desiderò avere bambini propri a cui donarsi, e si sposò con l’ing. Pietro Molla. Ebbe tre bambini. Nei primi mesi di una
nuova gestazione, si manifestò in lei un male che non le avrebbe permesso di condurre a termine la gravidanza. Pronta ad ogni sacrificio, si sottopose a intervento chirurgico, decisa e implorante di “salvare” il bambino. Ripeteva: “Sono pronta a tutto, pur di salvare la mia creatura”. Il 21 aprile 1962 nasceva la quarta bambina e il 28 aprile moriva l’eroica mamma, convinta che “è peccato uccidere nel seno”. Accettò coscientemente di morire per dire “si” alla vita di un suo bambino. Il 16 maggio 2004, Sua Santità Giovanni Paolo II, in Piazza San Pietro a Roma, ha proclamato Gianna Santa.

Famiglia aperta APG23
Daria e Cosimo
Castiglione del Lago (PG)