PARROCCHIA DI
 PIANA

LITURGIA

Orario Messe – Chiesa di S.Maria

clicca sotto per visualizzare gli orari completi

Festivo ore 9:30 – Santa Messa —— Feriale ore 16:30 Santa Messa – solo il......

CATECHESI

in aggiornamento

CARITAS

della Parrocchia di Piana

in aggiornamento

ATTIVITÁ

clicca sull’immagine per visualizzare l’articolo completo

BREVE STORIA DI PIANA

Le notizie sono tratte dal libro scritto da Claudio Lucheroni “ Piana storia di una frazione di Castiglione del Lago” edito da Arti Tipografiche Tocane- Cortona anno 2000.
Piana è una frazione del comune di C. Lago , è quella più a nord , prende il suo nome da Silva Plana chè definiva un’ area geografica piana e boscata che parte dal Trasimeno e va verso Cortona
Le prime notizie storiche dicono che le prime famiglie che popolano il territorio di Piana sono quelle cortonesi che si rifugiarono nei boschi di Piana nel 1258 quando queste vengono cacciate dai Guelfi Aretini.
Il territorio di Piana non ha avuto una sua identità propria fino ai primi del 1800, sino ad allora è stato parte di Castiglione del Lago in occasione di una visita a Castiglione del Lago , anno 1703, del Vescovo si descrive la pievania divisa in due spazi principali, il paese costituito dal nucleo abitato con la periferia , il contado costituito da tre zone denominate distretto che si sviluppava ll’ incirca per un raggio di Km 3, Piana di sotto e Piana di Sopra.
Nel caso Piana era intesa come territorio piano e non come denominazione di luogo.
La bonifica dell’ area , taglio dei boschi per avere terreni da coltivare inizia nel 1300 i terreni venivano dati con contratto di enfiteusi.
Da ricordare che nel 1566 Perugia dette ai Gesuiti un terreno , attuale zona denominata “I Gesuiti” i medesimi avrebbero dovuto sostenersi con il loro lavoro e con le gabelle che i Pianaioli avrebbero dovuto corrispondere. I Pianaioli non potevano corrispondere quanto stabilito , si ricorda una causa che vide vincitore il popolo di Piana nell’ anno 1589.
Fino al 1800 la Piana è rimasta sotto la pievania di Castiglione del Lago , solo nel 1807 a seguito di una formale richiesta della popolazione per avere un prete in forma stabile a Piana e non a tempo , fu concessa la possibilità di formare la parrocchia. Fu scritto l’ atto in Castiglione del Lago dal notaio Michele Serafini , i rappresentanti del popolo furono Michele Galeazzi e Giovan Battista Baldetti. Condizione essenziale per l’ ottenimento della nomina a parrocchia fu che la popolazione si facesse carico dei lavori per la sistemazione della Chiesa e per il suo mantenimento.
La Chiesa era già intitolata alla Madonna della Rosa della Piana .
Dopo l’ Editto Napoleonico nel 1814 si da inizio ai lavori per la costruzione del cimitero di Piana , questo viene costruito prima di quello di Castiglione del Lago .
La storia della Chiesa può essere raccontata secondo le datazioni che seguono:
1° Chiesa anno 1603 intitolata a S. Maria e successivamente S. Maria della Rosa, l’ affresco che rappresenta la Madonna della Rosa già doveva esistere , sembrerebbe riconducibile alla metà del 500, dell’ affresco se ne fa nota nell’ anno 1616.
2° Chiesa fu costruita direttamente dai Pianaioli poiché la prima insufficiente e fu chiesta la consacrazione a cose fatte nel 1740.
3° Chiesa . Il progetto a firma Architetto Giovanni Caproni fu presentato il 31/5/1866. Inizio lavori nel 1868, collaudo nel 1870, la prima messa viene celebrata il 2/4/1871 con la consacrazione del Cardinali Pecci. Il 3/6/1883 viene completato il campanile che ha un’ altezza di mt 21,80. La chiesa viene dotata del primo organo nel 1897 che viene sostituito con quello attuale nel 1959.
Nel 1909 viene fatto il fonte battesimale , importante poiché da allora i battesimi sono stati fatti a Piana.
La Chiesa di Piana è stata via via oggetto di successivi interventi si segnalano i più importanti:
• riparazione dei danni di guerra , cupola danneggiata e negli anni cinquanta tinteggi e affreschi in particolare dipinto del Sacro Cuore in onore dei caduti della guerra . L’ artista fù Guglielmo Ascanio di Panicale.
• Ristrutturazione della facciata anno 1960.
• Anno 1963 spostamento dell’ affresco rappresentante la Madonna della Rosa nella sua attuale posizione con tecnica dello strappo .
• anno santo 2000 restauro e risanamento conservativo . Da ricordare le preziose opere in terracotta dell’ artista Mazzini Romano per Altare Maggiore, Ambone , Fonte battesimale. Decori nella bussola d’ ingresso a cura della professoressa Sepiacci Veriana.
Da ricordare la presenza del circolo parrocchiale attuale Sala Parrocchiale madonna della Rosa e Bocciodromo , lavori iniziati nell’ anno 1954 continuati fino ai giorni nostri.
La patrona di Piana è la Madonna della Rosa che si festeggia il martedi di Pasqua abbinata con la festa della merangola (arancia).
Da ricordare la sacra del mangiar Bene che si svolge nel mese di giugno , cucina tipica con piatti a base di carne di suino. I proventi vengono distribuiti per le attività associative e per il mantenimento della Parrocchia.